I Domenica di Quaresima Anno C

Dal Vangelo secondo Luca (4, 1-13)

Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dalla regione del Giordano. Poi, sempre sotto l’azione dello Spirito, andò nel deserto e rimase là quaranta giorni, mentre Satana lo assaliva con le sue tentazioni. Per tutti quei giorni non mangiò nulla e così alla fine ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: “Se tu sei il Figlio di Dio comanda a queste pietre di diventare pane“. Ma Gesù gli rispose: “No, perché nella Bibbia è scritto: <Non di solo pane vive l’uomo.>“. Il diavolo allora condusse Gesù sopra un monte e in un solo istante gli fece vedere i regni della terra. Gli disse: “Vedi? Tutti questi regni, ricchi e potenti, sono miei: a me sono stati dati e io li dò a chi voglio. Ebbene, se tu ti inginocchierai davanti a me io li darò a te“. Gesù rispose di nuovo: “No, perché nella Bibbia è scritto: <Adorerai il Signore, che è il tuo Dio: a lui solo rivolgi la tua preghiera!>“. Alla fine il diavolo condusse Gesù a Gerusalemme, lo mise sulla punta più alta del tempio e poi gli disse: “Se tu sei il Figlio di Dio, buttati giù di qui, perché nella Bibbia è scritto: <Dio comanderà ai suoi angeli di proteggerti. Essi ti sosterranno con le loro mani e così tu non inciamperai contro alcuna pietra.>“. Gesù gli rispose per l’ultima volta: “La Bibbia dice anche: <Non sfidare il Signore, il tuo Dio.>“. Il diavolo allora, avendo esaurito ogni genere di tentazione, si allontanò da Gesù, ma aspettando un altro momento più adatto.

Gesú, decidendo di farsi uomo, aveva scelto una strada precisa da seguire, quella di essere fratello dell’uomo, ferito dal peccato, debole, portato a fare il male, perduto, disorientato, peccatore; e non solo di essere fratello, ma anche di guarirlo e di salvarlo. Questa scelta di Gesú fu confermata dal Padre, una prima volta quando Gesú fu battezzato da Giovanni e poi una seconda volta sul monte Tabor, quando Gesú si trasfiguró davanti a 3 suoi Apostoli! Ricordate? In tutte e due le occasioni, una voce venne dal cielo che diceva: “Questo è il Figlio mio che io amo e che io ho mandato: ascoltatelo!”. Evidentemente si trattava di una scelta buona, di una scelta giusta, quella che aveva fatto Gesú. E proprio per aver fatto questa scelta, si scatenano contro di Lui le forze del male che tentano o cercano di non fargli fare quella scelta. Chi sceglie il bene, non viene lasciato in pace. Provate anche voi a fare delle scelte buone e giuste, provate anche voi a fare del bene. Provate a seminare il bene dovunque! Subito si scateneranno le forze del male contro di voi. Subito ci sará Satana che vi attaccherá attraverso persone che vi criticheranno, che vi prenderanno in giro, che vorranno scoraggiarvi e allontanarvi dal bene che state facendo. Questo giá l’avete sperimentato di persona. Per Gesú fu la stessa cosa. Non fu lasciato in pace. Fu tentato da Satana, per 40 giorni. Cosa sono questi 40 giorni? E cosa sono queste tentazioni? Il numero “40”, per gli Ebrei, è un numero simbolico: vuol dire “tutto il tempo necessario”. Per Gesú tutto il tempo necessario fu di 33 anni, cioè, Gesú fu sottoposto a tentazioni continue, da parte di Satana, per tutta la sua vita. Cosa vuol dire? Per capire bene, bisogna sapere che la parola “tentazione” deriva da una parola greca che in italiano significa “oltrepassare”. La tentazione, è l’invito ad oltrepassare un limite, un confine: il confine che c’é tra il bene e il male. Chi cede alla tentazione, fa questo passaggio: passa dal bene al male! Chi non cede alla tentazione non fa questo passaggio: rimane nel bene, rimane nella vita ed esprime, cosí, il suo attaccamento a Dio che è il Bene, esprime la sua fiducia e il suo amore in Dio. E che vuol dire che Satana tentó Gesú durante tutta la sua vita? Vuol dire che il Nemico di Dio, fece di tutto per fargli dimenticare la sua scelta di amare e salvare l’uomo peccatore, fece di tutto per fargli cambiare idea. Ma Gesú non cedette, vinse le tentazioni, non abbandonó l’uomo al suo destino, per avere una vita comoda, facile, potente. Gesú non oltrepassó il confine che separa il bene dal male. Egli fu fedele alla sua scelta di stare vicino all’uomo, di guarirlo e salvarlo, fino alla fine, fino a dare la vita per l’uomo ferito dal peccato. Anche per noi è la stessa cosa. Anche noi siamo tentati di oltrepassare il confine tra il bene e il male. Anche noi siamo tentati di scegliere strade facili, comode, spaziose, piacevoli, a buon mercato, e queste tentazioni, per ciascuno di noi, durano tutta la vita. Tutta la nostra vita è sottoposta alle tentazioni di Satana. Ebbene, in questo periodo di Quaresima, cerchiamo di esprimere il nostro attaccamento a Dio, la nostra fiducia in Lui, il nostro impegno a vivere secondo il Bene, secondo la sua Parola, vincendo ogni tentazione, vincendo ogni voglia di oltrepassare il limite o il confine tra il bene e il male.

Calendario Eventi

loader-image
Singen (Hohentwiel), DE
10:15, 28 Febbraio 2024
temperature icon 7°C
cielo coperto
Humidity 77 %
Wind Gust: 11 Km/h
loader-image
Villingen, DE
10:15, 28 Febbraio 2024
temperature icon 4°C
cielo coperto
Humidity 85 %
Wind Gust: 11 Km/h