Festa di Pentecoste Anno C

Dal Vangelo secondo Giovanni (20,19-23)

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Oggi é la festa della PENTECOSTE, la seconda piú grande festa cristiana dell’anno, dopo la S. Pasqua. In questa festa, noi cristiani celebriamo la discesa dello Spirito Santo sui discepoli di Gesù. Questo fatto ha cambiato la loro vita per sempre: i discepoli non sono più confusi, da allora in poi capiscono bene la Missione di Gesú e capiscono anche quale sarebbe stata la loro Missione, portare ai popoli amore, perdono, salvezza. Dopo la Pentecoste gli apostoli non dubitano più, sono pieni di fede, sono pieni di coraggio, non temono persecuzione e morte, possono testimoniare con forza e con decisione il Signore Gesú. Ebbene, lo Spirito Santo l’abbiamo ricevuto anche noi, nei vari sacramenti e vuole cambiare anche la nostra vita. Con lo Spirito Santo noi possiamo riuscire a fare il piú grande cambiamento che Dio vuole fare nella nostra vita. E qual è questo cambiamento? Quello di ridimensionare in noi l’energia del nostro egoismo, frutto del peccato, e far emergere sempre piú l’energia dell’amore, che sono poi due forze opposte, ognuna delle quali vuole prevalere sull’altra per governare il mondo e le nostre vite. La forza dell’egoismo viene da Satana, la forza dell’amore viene da Dio. Purtroppo l’uomo passa gran parte del suo tempo a riempire la propria testa di pensieri di egoismo. Farebbe bene a riempire la propria testa di pensieri e di azioni di amore. Eviterebbe disagi, scontentezze, sofferenze, litigi, rancori. L’egoista vive per riempirsi di sé e non fa mai nulla per donarsi. Chi ama vive per far felici gli altri, e dimentica e stesso. Ci sono 4 livelli di egoismo a cui corrispondono 4 reazioni d’amore. 1° livello: l’egoismo in una persona é dominante. In questo caso, l’amore é inascoltato. La persona nella quale l’egoismo è dominante dice: io e le mie cose! E basta! Persone di questo tipo sono pochissime. 2° livello: l’egoismo in una persona é forte, ma non dominante. In questo caso, l’amore è sí, inascoltato, peró lascia un segno. E allora la persona il cui egoismo è forte, ma non dominante, comincia a dire: se mi rispetta, io lo rispetto, se mi saluta, io lo saluto, se mi aiuta, io lo aiuto, se mi ama io lo amo, altrimenti niente! Persone di questo tipo sono la stragrande maggioranza. 3° livello: l’egoismo in una persona è debole. In queste persone, allora, l’amore cresce, si rinforza e riesce a farsi ascoltare. La persona nella quale l’egoismo è debole pensa e dice: io amo lo stesso chi non mi ama, io rispetto lo stesso chi non mi rispetta, io aiuto lo stesso una persona in difficoltá, anche se quella persona non aiuta me, quando sono io in difficoltá. Persone di questo tipo sono poche. 4° livello: l’egoismo in una persona è “crepato”, è scomparso. In essa trionfa l’amore. Una persona cosí, pensa e dice: io faccio del bene anche a chi mi fa del male, io benedico anche chi mi maledice, io prego anche per quelle persone che mi vanno contro, che mi perseguitano, che mi calunniano, che parlano male di me alle spalle. Io non mi offendo mai e non mi lascio condizionare, nel male, da nessuno. Persone di questo tipo sono rare! Questo è il cambiamento che Dio vuole in noi: far “crepare” l’egoismo e far trionfare l’amore. Questo è il cambiamento che lo Spirito Santo produce in noi, se glielo permettiamo. Per questo Gesú manda i suoi discepoli e anche noi, nel mondo: per riempire l’uomo e la donna di amore, e svuotarli del proprio egoismo, dalla propria mania di dominare, di vendicarsi, di giudicare, di sparlare, di umiliare gli altri. Evitiamo, allora, il disastro di passare inutilmente tutta la vita, a riempirla di egoismo che é lo stile satanico di vivere. E passiamo tutta la vita a riempirla di amore, di vita, di gioia, che é lo stile di Dio di vivere!

Calendario Eventi

Singen (Hohentwiel), DE
28 Settembre 2023
12°C
cielo coperto
Villingen, DE
28 Settembre 2023
13°C
cielo coperto