Santissima Trinitá Anno A – 4 Giugno 2023

Dal Vangelo secondo Giovanni 3,16-18
In quel tempo, disse Gesù a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio»
.

Oggi è la festa della Trinitá, è la festa di Dio. Noi celebriamo tante feste, tutte feste meravigliose che ci avvicinano sempre di piú a Dio. Ebbene oggi festeggiamo Dio stesso in Persona. E come è Dio? Secondo quello che ci ha rivelato Gesú, Dio è tutto speciale, Dio è TRINITÀ, cioè è UNO solo, 3 PERSONE uguali e distinte. Non 3 Dei, ma UNO SOLO: Dio è PADRE, Figlio, Spirito Santo. Ognuna di queste 3 persone ha il suo compito. Il Padre è il CREATORE e lo diciamo nella nostra professione di Fede, nel Credo: credo in Dio Padre onnipotente creatore del cielo e della terra. Cielo e terra vuol dire tutto l’Universo! Dio ha creato l’universo! Abbiamo idea di che cosa sia l’Universo? Abbiamo idea di quanto sia grande l’Universo? La scienza ci dice che nell’universo ci sono circa 2000 miliardi di Galassie. E cosa sono le Galassie? Ogni Galassia è formata da miliardi di Soli, come il nostro Sole e anche da miliardi di pianeti come la nostra Terra. Per avere un’idea di quanto sia grande una Galassia, teniamo presente che solo la nostra galassia che si chiama Via Lattea ha 40 miliardi di stelle, cioè 40 miliardi di Soli. E la scienza dice che solo nella nostra Galassia ci sono circa 9 miliardi di pianeti simili alla nostra Terra, con grandissima probabilitá di presenza di acqua liquida e di vita. E ció soltanto sulla nostra Galassia che è una dei 2000 miliardi di Galassie che ci sono nell’Universo. Tutto opera di Dio-Padre che ha creato e che continua a creare e a mantenere nell’esistenza tutta la creazione. Tutta la creazione, quindi canta l’onnipotenza, la sapienza e la bontá di Dio. Perché Dio ha creato? La creazione è stata voluta da Dio per la sua gloria e per farne un dono all’uomo. E l’uomo come reagisce, come risponde? Tanti uomini, dopo il peccato originale, ingannati da Satana, reagiscono e rispondono ignorando Dio e distruggendo tutto! Ma il modo migliore di reagire e di rispondere, è quello di riconoscere Dio, come Creatore dell’Universo, adorarlo, amarlo, lodarlo e ringraziarlo. Dice infatti la Bibbia: “Ascolta, uomo. Il Signore è il tuo Dio, il Signore è uno solo: tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutte le tue forze”. Quindi, noi dobbiamo cercare la gloria di Dio e non la nostra propria vanagloria.
Dio è non solo Padre, ma è anche FIGLIO. E qual è il compito del Figlio? Il Figlio è il REDENTORE dell’umanitá. L’umanitá, ingannata da satana, ha osata sfidare Dio, volendolo eliminare, per prendere il suo posto ed è finita per trovarsi, schiava, nelle mani di Satana. Duemila anni fa, per riscattare l’umanitá dalla schiavitú in cui Satana la teneva, il Figlio di Dio per amore dell’uomo (perché Dio è Amore) si fece uomo, portó la Luce e l’amore di Dio in mezzo alle tenebre e all’odio di satana, portó la veritá dove c’era l’errore, portó la gioia, la pace e la felicitá dove c’era la disperazione, passó in mezzo all’umanitá facendo del bene a tutti e portó il perdono di Dio a tutti. Fu maltrattato, calunniato, ma non cessó di amare; fu catturato, giudicato ingiustamente, flagellato, crocifisso ma non cessó di amare l’umanitá che lo giudicava ingiustamente e che lo crocifiggeva; sacrificò la sua vita per i peccati dell’umanità; alla fine morí. Con il suo amore e con la sua morte, liberó da Satana tutta l’Umanitá da Adamo ed Eva fino all’ultima generazione che ci sará sulla terra. Tutta l’umanitá, quindi è perdonata e riconciliata con Dio, grazie a Dio-Figlio che è il REDENTORE.
Ma Dio non è solo Padre-Figlio, ma è anche SPIRITO SANTO, la terza persona della Santissima Trinitá. E qual è il compito dello Spirito Santo? Lo Spirito Santo è il SANTIFICATORE, ossia è colui che dona all’umanitá la Salvezza ottenuta dal Figlio. Lo Spirito Santo ha il compito di rendere santa l’umanitá, ha il progetto di portare in paradiso l’umanitá. E questo é il compito piú difficile di tutti. E sapete perché? Perché deve fare i conti con la libertá dell’uomo. Lo Spirito Santo non puó salvare, non puó portare in paradiso l’uomo se l’uomo non vuole. E allora deve fare uno sforzo immenso per lavorare sulla libertá dell’uomo e fare in modo che liberamente accetti la salvezza, liberamente accetti di essere santo, liberamente accetti di entrare in Paradiso. E questa missione dello Spirito Santo è piú difficile sia della creazione, sia della redenzione, perché mentre Dio-Padre ha creato senza la collaborazione dell’uomo; mentre Dio-Figlio ha redento (cioè ha amato, ha sofferto ed è morto) senza la collaborazione dell’uomo; lo Spirito Santo, invece, non puó salvare e non puó santificare l’uomo senza la libera collaborazione dell’uomo stesso. E avere a che fare con la libertá dell’uomo è duro! Perché l’uomo è testa dura: si lascia piú facilmente ingannare da Satana per andare all’Inferno che non convincere dallo Spirito Santo per andare in Paradiso. Infatti chi non si decide liberamente e seriamente a favore di Dio, della Sua Luce e del Suo amore, si condanna da solo. Ed è lo Spirito Santo che lavora molto per farci decidere liberamente e seriamente a favore di Dio, della sua Luce e del suo amore, perché ci vuole tutti in Paradiso. Un po’ piú di considerazione per lo Spirito Santo non farebbe male!

Calendario Eventi

loader-image
Singen (Hohentwiel), DE
19:52, 17 Aprile 2024
temperature icon 6°C
pioggia moderata
Humidity 60 %
Wind Gust: 24 Km/h
loader-image
Villingen, DE
19:52, 17 Aprile 2024
temperature icon 4°C
cielo coperto
Humidity 76 %
Wind Gust: 17 Km/h